Andrea Lazzara nato a Pisa nel 1950, risiede ormai da tantissimi anni a Marsala. Siciliano d’adozione, rimane legato a Pisa dai ricordi dell’infanzia e dell’adolescenza che ritroviamo sovente nelle sue delicate liriche. Ha scoperto la passione per la scrittura nel silenzio delle lunghe notti in servizio presso il Centro Radar dell’Aeronautica Militare a Birgi. La poetica di Andrea Lazzara è intrisa di profonda, intima, sincera spiritualità, di recupero memoriale, amore per i luoghi cui i suoi ricordi sono legati, nostalgia, visione disincantata del mondo, serena accettazione del travaglio esistenziale. Adotta uno stile di scrittura semplice, ma efficace, in grado di comunicare emozioni e sensazioni con misura ed equilibrio, quasi sottovoce ed in punta di piedi, ma anche con convinta forza espressiva. È riuscito così a ritagliarsi uno spazio importante nell’ambito letterario. Ha conseguito numerosi, meritatissimi riconoscimenti, su tutto il territorio nazionale, in particolare in Sicilia e in Toscana. Si è aggiudicato nel 2018 il primo posto nel Concorso Nazionale Letterario di Camporeale nella sezione il lingua e ha vinto nel 2019 il Simposio dei Poeti a Marsala. Fa parte dell’Accademia Siciliana dei Poeti Federico II e del Cenacolo Letterario Italiano “Via 25 Novembre” a Cefalù. Ha pubblicato nel 2016 un apprezzato libro di narrativa e poesia, dal titolo “Pisa… quel giorno che ti lasciai”.

LA VIA DEL MARE

Nel vigor del mattino

correvan veloci,

per la via di Marina,

i maestosi platani,

delle nostre pedalate

fidi compagni.

Di brezza animate,

parevan tenderci la mano

le svettanti chiome,

per condurci zelanti

alla conquista del mare.

Alberi senza fine

nel pigro ritorno,

sotto un sole impietoso,

sull’asfalto cocente,

qual frondoso riparo

offrivan quei rami.

Ma d’un fresco risveglio

l’energia ritrovata,

sempre sprone pungente

e gioioso invito

a sfidare nuove avventure.

Lazzara Andrea 2008